La partita dei quattro cavalli

Pubblicato da Andrea Pastore 28/09/2015

Apertura di gioco piano, perfettamente simmetrica, non offre particolari vantaggi al bianco, perciò viene giocata di rado ad alti livelli.

La partita dei quattro cavalli è un'apertura molto utilizzata nei primi decenni del novecento, caratterizzata dalle mosse:

  1. e4 e5

  2. Cf3 Cc6

  3. Cc3 Cf6

dà origine ad una partita molto equilibrata, spesso simmetrica, senza possibilità di attacchi combinati e con posizioni chiuse. Il fatto che il nero si trovi sempre in condizioni di perfetta parità ha fatto raffreddare l'interesse per quest'apertura, che viene giocata agli alti livelli solo come alternativa alle aperture più popolari.

Le continuazioni più usate sono:

  • 4. Ab5,
    detta sistema spagnolo in quanto coincide con la terza mossa della partita spagnola. In questo caso il nero non può rispondere con Dd4 perché il cavallo in c3 difende il pedone in e4. Ha comunque dele alternative valide, come copiare la mossa del bianco con 4. …, Ab4 oppure contrattaccare con 4. …, Cd4.

  • 4. Ac4
    detta variante italiana in quanto coincide con la terza mossa della partita italiana. Il nero può rispondere con C:e4 e se il nero catturerà il cavallo potrà giocare d4 e recupererà il pezzo.

  • 4. d4
    sulla falsariga della partita scozzese.

La partita dei tre cavalli

È un'apertura alternativa alla partita dei quattro cavalli in cui si rientra se il nero alla terza mossa gioca 3. …, Ab4 invece di 3. …, Cf6. L'obiettivo è quello di rompere la simmetria, minacciando il cavallo in c3, ma non è considerata un'apertura valida in quanto il bianco con la mossa 4. Cd5 avrebbe una posizione vantaggiosa.

Lascia un commento

Scritto il 31/05/2017 da Antonio

molto interessante.Sono un neofita e trovo molto utili i tuoi articoli.

Scritto il 03/06/2017 da