La difesa siciliana

Pubblicato da Andrea Pastore 29/08/2015

La difesa più giocata dal nero quando il bianco apre con 1 e4, ricca di varianti che consentono un gioco più o meno posizionale

La difesa siciliana è l'apertura più giocata dal nero quando il bianco apre con 1. e4, consiste nel rispondere c5 per bilanciare con il controllo della casa d5 la mossa del bianco. Il bianco può decidere di giocare un gioco più aperto, giocando prima 2. Cf3  e 3. d4 alla terza (e a questo punto per il nero è conveniente mangiare in d4), oppure un gioco chiuso giocando 2. e3.

Ci sono diverse varianti della difesa siciliana: 

variante del dragone

cosi chiamata per la disposizione dei pedoni neri, si caratterizza per il fianchetto dell'alfiere camposcuro. Si arriva alla variante del dragone con le seguenti mosse:

1. e4 c5 
2. Cf3 d6 
3. d4 cxd4 
4. Cxd4 Cf6 
5. Cc3 g6 

il bianco può scegliere tra molti piani di attacco, tra cui 6. f4, 6. Ag5 oppure l'attacco jugoslavo (mostrato a lato), che consiste nel controllare il centro con diversi pezzi per poi scatenare un attacco sull'ala di re con la regina e l'alfiere camposcuro. 

Variante Scheveningen

questa variante è detta anche difesa del piccolo centro perché i pedoni centrali neri vengono spinti in avanti di una casella, caratterizzata dalle mosse: 

1. e4 c5
2. Cf3 d6 
3. d4 cxd4 
4. Cxd4 Cf6 
5. Cc3 e6 

il bianco ha diverse alternative: può attaccare sul lato di re giocando  6. Ae2 , arrocco corto e poi f4 e g4 (dopo aver messo il re al sicuro in h1). Il nero può contrastare questo attacco portando la donna in c7 e successivamente la torre nella stessa colonna.  Un'altra opzione del bianco è l'attacco Keres, che consiste giocare 6. g4 e poi continuare a far avanzare i suoi pedoni con h4 e g5. Il nero deve contrastare l'avanzata dei pedoni laterali con un gioco al centro, ad esempio giocando 6. ... Cc5.

Lascia un commento

Scritto il 08/06/2017 da

Scritto il 08/06/2017 da
Upload photo